chiudi
preview libro

Capolavori in Valtiberina. Da Piero della Francesca a Burri

Itinerari d’arte, storia e artigianato tra Toscana e Umbria

Testi in italiano e inglese

11,90 € 14,00
Qt

Catalogo della rassegna promossa dal 22 giugno al 3 novembre, la pubblicazione è un affascinante viaggio alla scoperta dell’artigianato artistico e dell’enogastronomia locale all’insegna dell’eccellenza e dell’unicità.
Oltre a concentrarsi sulla Tavola Doria, che raffigura una scena della Battaglia di Anghiari di Leonardo da Vinci, il testo ruota attorno ad artisti del rilievo di Piero della Francesca, il genius loci di Sansepolcro, con cui si identifica l’arte e la cultura della città. Si riporta quindi l’attenzione sul Cinquecento: a Città di Castello, all’inizio del XVI secolo, Raffaello dipinse le sue prime importanti pale d’altare prima di partire per Firenze. Nel 1527 poi, a seguito del Sacco di Roma e alla consecutiva diaspora degli artisti, numerosi pittori giunsero nei territori della Valtiberina. Tra questi il Rosso Fiorentino, vero genio del Manierismo, il cui soggiorno in quei luoghi sarà catalizzatore per gli artisti autoctoni. Il ruolo di quella regione è stato rilevante per l’arte fino al Novecento: non solo come meta per lo studio dei grandi maestri, ma anche per la presenza di maestri dell’arte contemporanea come Alberto Burri, che ha accresciuto il prestigio della Valtiberina.

Testi di Giampiero Maracchi, Enrico Rossi, Catiuscia Marini, Agostino Bureca, Antonio Paolucci, Paola Refice, Sara Borsi, Francesca Mavilla, Laura Teza e Federica Faraone.

Formato PDF

The book, which is the catalog of the exhibition held from June 22nd to November 3rd, leads the reader to discover artistic handicraft and local traditions. Aside from focusing on the Table Doria, which depicts a scene of the Battle of Anghiari by Leonardo da Vinci, the text deals with major artists such as Piero della Francesca, the most representative personality of Sansepolcro, who embodies the art and the culture of the city. The focus then shifts to the sixteenth century: in Città di Castello, at the beginning of the century, Raphael painted his first major altarpieces before leaving for Florence. In 1527, then, after the Sack of Rome, many painters came in the areas nearby Valtiberina. These include Rosso Fiorentino, a true genius of Mannerism, whose stay in those places will be fundamental for native artists. Until the twentieth century, therefore, this region has had a crucial role: not only as a destination for the study of great masters, but also because of the presence of masters of contemporary art such as Alberto Burri, who enhanced the prestige of Valtiberina.

Text by Giampiero Maracchi, Enrico Rossi, Catiuscia Marini, Agostino Bureca, Antonio Paolucci, Paola Refice, Sara Borsi, Francesca Mavilla, Laura Teza and Federica Faraone.

PDF format

Polistampa, 2013

A cura di:

Pagine: 232

Caratteristiche: ill. col., br.

col ills, paperback

Formato: 14x21

ISBN: 978-88-596-1278-0

Collana:
Piccoli, Grandi Musei, 34

Settori: