Diari e memorie della Sarnus
Erba d’Arno, 21-09-2018, ––
Il diario di Giuseppe Ferri è stato custodito per anni in un mobile della cucina. È un documento semplice ma importante. Giuseppe Ferri era nato nel 1913 in Val di Nievole, in provincia di Pistoia. Aveva combattuto durante la campagna di Albania e, nel 1942, era stato
richiamato per il fronte russo. Partito con il grado di sergente istruttore delle reclute, partecipò all’avvicinamento delle truppe italiane al Don e ai combattimenti successivi. Nel dicembre 1942 riuscì ad ottenere il congedo per motivi familiari, evitando la
terribile ritirata che di lì a poco avrebbe falcidiato il Corpo di Spedizione Italiano in Russia. Il libro è anche il rendiconto di un prezioso lavoro fatto nel 2017 dalle professoresse e dagli alunni della scuola “Martin Luther King” di Bottegone, Pstoia.
“Il cuore batte nel pensiero”
Diario della campagna di Russia (aprile-dicembre 1942)