Animalità umana
LEGGERE:TUTTI, 01-06-2017, Camilla Tettoni
A metà fra una novella boccacciana e un canto carnascialesco, “Lo strano caso di Elia Coen” è un romanzo che stupisce il lettore, aizzandone la fantasia, pagina dopo pagina. David Leone ha scelto come soggetto per il suo nuovo manoscritto una storia bizzarra, dai tratti tragicomici e fantasy. Elia Coen è un uomo colto, amante della lettura, ebreo, padre di due gemelli,
felicemente sposato e con un passato oscuro: fin dal primo capitolo emerge una scrittura scorrevole e limpida, che dà voce alle emozioni del protagonista in un modo realistico e mai avventato o banale. Ardita sembra essere stata la scelta dello scrittore di narrare le gesta di un licantropo, un essere in parte umano in parte lupo; tuttavia la riuscita del racconto, continuamente provvisto
di colpi di scena, e la saggia decisione dell’autore di non svelare mai né tantomeno lasciare intravedere ciò che potrebbe accadere di lì ai prossimi capitoli, rende il romanzo alquanto interessante e colmo di spunti cinematografici Si potrebbe realizzare un film basato sull “Strano caso di Elia Coen”? Ai lettori l’ardua sentenza!
Lo strano caso di Elia Coen