Sulle strade dell’Afghanistan
Sette, 21-12-2012, ––
Un libro fatto di “voci”, immagini, sensazioni. Quelle di Giovanni, 31 anni, pilota di Amx, e quelle di Andel, liceale 16enne, che vuol diventare ingegnere. Quelle di Salvo, 23 anni, geniere alla sua prima missione, e quelle di Fadoh Mohammed,
55 anni, direttore della scuola di Shak-IBan. Vicini a una terra lontana, il volume curato dal generale di Divisione aerea Settimo Caputo, e dal capitano Elena Croci, è un resoconto di viaggio «sulle strade dell’Afghanistan con il
contingente italiano», tra soldati e civili locali. Il bilancio di un lungo “vicinato”, che presto finirà, lasciando qualche frutto. Come l’ospedale pediatrico di Herat, cui è destinato il ricavato del libro.
Vicini a una terra lontana
Sulle strade dell’Afghanistan con il contingente italiano