Due generi a confronto: il racconto ed il romanzo lungo
Un libro tira l’altro, 16-08-2009, Salvatore Carrubba
Tramite le pagine di grandi autori e con un pizzico di fantasia, anche coloro che sono ancora rimasti in città possono raggiungere mete lontane ed esotiche.
Questa puntata di Un libro tira l’altro è dedicata al tema del viaggio, inteso non solamente come spostamento ma come occasione per crescere e conoscere persone, luoghi e culture lontane.
Salvatore Carrubba intervista Attilio Brilli, autore de Il Viaggio in Oriente, edito da Il Mulino. Ma non solo, voleremo anche
a Tel Aviv e Berlino.
L’estate è un tempo privilegiato per chi ama leggere, le giornate sono meno stressanti, le nostre agende sono libere da impegni e le occasioni per aprire un buon libro si moltiplicano.
Salvatore Carrubba ci presenta due generi letterari particolarmente adatti alle vacanze: il racconto e il romanzo lungo. Ecco alcuni autori da portare sotto l’ombrellone: Roal Dahl, Gaia Manzini, Thomas Pynchon, Salman Rushdie.

Libri recensiti:
/>Il Viaggio in Oriente, Attilio Brilli, Il Mulino;
Tel Aviv. La città che non vuole invecchiare, Elena Loewenthal, Feltrinelli;
Berlin, Eraldo Affinati, Rizzoli;
Tutti i racconti, Roal Dahl, Longanesi;
Nudo di famiglia, Gaia Manzini, Fandango libri;
Contro il giorno, Thomas Pynchon, Rizzoli;
L’incantatrice di Firenze, Salman Rushdie, Mondadori;
Cronaca dei fatti di Toscana (1845-1849) (ris. anast. 1948), Giuseppe Giusti, Polistampa
Cronaca dei fatti di Toscana (1845-1849)
Ristampa anastatica dell’edizione Le Monnier, Firenze, 1948