Da Malaparte a Veronesi
Il Tirreno, 28-02-2009, David Fiesoli
Quello che la città di Prato ha dato alla letteratura è un patrimonio importante e oggi se ne discuterà nella città toscana in occasione dell’uscita di un’interessante e corposa antologia che rimette insieme i nomi più celebri e quelli meno conosciuti della narrativa che da Prato ha scalato le vette delle letteratura italiana. Oggi alle 16.00 in Palazzo Comunale saranno Sergio Givone,
ordinario di Estetica all’Università di Firenze, e Sandro Veronesi, pluripremiato scrittore, a presentare il volume “Scrittori pratesi del Novecento. Da Malaparte a Veronesi”, insieme all’editore Mauro Pagliai ed altri protagonisti della storia letteraria pratese. La prefazioni al volume è firmata da Giorgio Luti, lo studioso della letteratura italiana recentemente scomparso. Lo scopo
dell’opera è dare un ordine sistematico ai testi letterari del Novecento pratese partendo da Malaparte, Benelli, Soffici e Armando Meoni per arrivare ai più recenti e talentuosi scrittori come Veronesi e Nesi.
L’antologia curata da Francesco Gurrieri e Ernestina Pellegrini, permette di affacciarsi su una realtà urbana importante che porta in sé un patrimonio culturale unico.
Scrittori pratesi del Novecento
Da Malaparte a Veronesi. Antologia