L’«Amaritudine» di Griffo alla Edison
Il Giornale della Toscana, 13-01-2009, ––
Oggi alle 21 presso la libreria Edison di Firenze Cosimo Ceccuti, emerito storico e presidente della Fondazione Spadolini, presenterà il romanzo «Amaritudine» insieme all’autore Massimo Griffo. Paola Lucarini eseguirà alcune letture dal testo e sarà presente anche l’editore Mauro Pagliai di Polistampa.
In libreria da neppure un anno, il volume ha ricevuto riconoscimenti critici, premi e l’approvazione del pubblico
(è in ristampa). Come ha sottolineato la giuria del prestigioso «Premio Roma» vinto a luglio, il romanzo «affronta gli snodi e le figure fondamentali della recente storia italiana con spirito problematico, con la passione civile e letteraria di chi ha partecipato e testimonia in prima persona, con una vena memorialistica intrisa di dolente saggezza, che conferiscono alla sua pagina un valore di specchio dinanzi a un diffuso disagio contemporaneo».
Ambientato principalmente a Roma, il libro (pp.392, euro 15) esamina la società italiana dal 1944 al 1993 con personaggi esemplari. Si racconta specialmente il disagio degli italiani onesti immersi in un contesto sempre più spregiudicato e corrotto. Un sapiente mix di storia e letteratura che Ceccuti e Griffo analizzeranno insieme, coinvolgendo il pubblico, anche alla luce dell’attuale situazione economica e politica.
Amaritudine