Le vere signore della politica internazionale
Il Corriere di Firenze, 28-09-2008, ––
Per la prima volta una pubblicazione ripercorre la storia completa di una dinastia attraverso le sue figure femminili: esce la monumentale opera “Le donne dei Medici nel sistema europeo delle corti. XVI e XVIII secolo” ( 2 tomi, pp. 856, euro 48). Il volume raccoglie i contributi in italiano e in inglese degli esperti intervenuti al Convegno Internazionale di Firenze e San Domenico di Fiesole nell’ottobre del 2005. Il libro è a cura di Giulia Calvi e Riccardo Spinelli e presenta una struttura multidisciplinare
che spazia dall’arte alla letteratura, dalla religione alla politica, dal cinema al costume. Dal 1536 al 1743 le donne Medici circolano oltre i confini dei singoli stati. Ci sono quelle che si allontanano come spose e quelle che, «straniere a corte», giungono a Firenze per entrare nella dinastia con le nozze. Le giovani spose che arrivano e partono recano con sé personale, lingue, oggetti, e stili di vita, influenzando così le culture con cui entrano a contatto. Oggetti e soggetti di complesse strategie
di politica internazionale, l loro azione si riflette nella scrittura di migliaia di lettere che da Firenze si diramano in tutta Europa. “Questo lavoro – come spiega Rosalia Manno Tolu – è stato realizzato partendo dall’intento di fare del caso delle donne Medici un punto di osservazione più generale per valutare l’incidenza avuta dalle donne nel modo di organizzare l’identità, le strategie, e gli stessi indirizzi politici e culturali delle case regnanti.”
Le donne Medici nel sistema europeo delle corti
XVI-XVIII secolo. Atti del convegno internazionale (Firenze - San Domenico di Fiesole, 6-8 ottobre 2005)