Antartide, perdersi e ritrovarsi alla fine del mondo
Campus Lucca, 31-03-2008, ––
CULTURA: QUARTO APPUNTAMENTO CON IL CICLO D’INCONTRI “I CAFFE’ DEL CAMPUS”, PROMOSSO DALLA FONDAZIONE CAMPUS STUDI DEL MEDITERRANEOMartedì 15 aprile alle 18 a Lucca, presso le sale del bar Stella Polare (via Vittorio Veneto, 21 angolo Piazza Napoleone), l’ex assessore regionale Tito Barbini presenta il suo ultimo libro “Antartide: perdersi e ritrovarsi alla fine del mondo”. Ingresso libero.Per il quarto appuntamento con il ciclo d’incontri “I Caffè del Campus”, promosso dalla Fondazione Campus Studi del Mediterraneo, martedì 15 aprile alle 18 presso le sale del bar Stella Polare (via Vittorio Veneto, 21 angolo Piazza Napoleone), è in programma la presentazione del libro di Tito Barbini “Antartide: perdersi e ritrovarsi alla fine del mondo”.
All’incontro, aperto a tutti gli interessati e agli studenti dei corsi di
studio universitari in turismo del Campus di Lucca, sarà presente l’autore del libro; moderano Alessandro Tosi, professore associato presso il dipartimento di Storia delle Arti dell’Università di Pisa e Alessandro Capocchi, professore associato di Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Milano – Bicocca e coordinatore scientifico del Campus di Lucca.
Dopo il successo de “Le nuvole non chiedono permesso”, Tito Barbini, ex sindaco di Cortona, presidente della Provincia di Arezzo e, per quindici anni, assessore regionale alle sicurezza sociale, all’urbanistica e all’agricoltura, ha scelto l’inedita patria dei pinguini come meta del suo viaggio. Pagine a colori riccamente illustrate con emozionanti foto scattate dallo stesso autore nel luogo più freddo della terra: questo e altro è “Antartide: perdersi e ritrovarsi
alla fine del mondo” un libro che offre anche una nuova immagine di Barbini, autore capace di mostrare una spietata capacità di mettersi a nudo, a confronto con le proprie profondità, le inquietudini e le domande senza risposta.
Il ciclo d’incontri “I Caffè del Campus” vedono la partecipazione di personalità del mondo del turismo, della cultura e dell’arte. Questi incontri si svolgono solitamente all’interno di un importante locale della città, allo scopo di recuperare la vecchia abitudine di ritrovarsi in una caffetteria per intraprendere discussioni di natura culturale. Grande importanza riveste il pubblico che, oltre a partecipare gratuitamente, ha la possibilità di rivolgere domande ai protagonisti di ogni singolo incontro.
Si ricorda che al termine dell’incontro verrà offerto un aperitivo a tutti gli intervenuti.
Antartide
Perdersi e ritrovarsi alla fine del mondo