Leonardo Libri | Firenze | Scheda Libro

Dove si incontrano gli angeli
Pensieri fiabe e sogni

Carlo Zella, 1997

A cura di:

Giuseppe Cecconi

Pagine: 104

Caratteristiche: br.

Formato: 14x21

ISBN:

Settore:

L3 / Racconti

€ 8,37

€ 9.3 | Risparmio € 0,93 (10%)

Esaurito

Il libro potrebbe non tornare disponibile
Quantità:
Un libro di pensieri architettonici, sogni umani e meditazioni spirituali. Tratte da documenti inediti, manoscritti, interventi registrati nei quali l’architetto parlava del suo rapporto con l’arte, l’architettura e la fede. Molte testimonianze sono state raccolte pochi giorni prima della morte dell’artista avvenuta il 31 dicembre del 1990. È un documento “di rara bellezza per intensità e testimonianza umana e religiosa” (Orazio La Rocca). “Io non faccio l’architetto per fare dell’architettura – confessa Michelucci in un passo del libro – faccio l’architetto perché questo è un modo di essere presente nella vita e nel mondo degli uomini del mio tempo. L’architettura non è, non deve essere il fine, ma un mezzo di presenza, di colloquio con i propri simili. L’architettura per me è un gesto, ha il valore di un gesto…”. L’architettura è un gesto di piena liberazione e, per farlo capire meglio, Michelucci porta ad esempio tante azioni fatte da un grande santo, Francesco. Spesso, si legge nel libro, “penso a San Francesco d’Assisi, al momento assoluto, decisivo, in cui si è spogliato in piazza e ha restituito gli abiti a suo padre: un gesto di completa liberazione e superamento delle istituzioni e dei loro vincoli, la nudità come simbolo della totale libertà dalle forme”. La chiusura del libro è dedicata al concetto di città: “Se io campassi altri 99 anni mi basterebbe appena per rincorrere questo sogno, quest’idea, questa cosa: la città! Non la città che si disfà, che urla, che fa le cose più stupide del mondo, ma una vera città, la città che esplode dall’anima, come una preghiera”.
Introduzione di Corrado Marcetti. Con un saggio di Nicola Risaliti.