chiudi
preview libro

Centro Studi Sidney Sonnino

Firenze e la Grande Guerra

Vicende di una città lontana dal fronte

17,10 € 18,00
Il libro è esaurito e potrebbe non tornare disponibile

Il saggio è dedicato a un periodo della storia fiorentina poco trattato dalla storiografia: quello che partendo dai dibattiti fra neutralisti e interventisti – tra il luglio 1914 e il maggio 1915 – arriva fino al primo dopoguerra. I saggi contenuti nel volume approfondiscono in particolare le vicende della Giunta guidata dal liberale Orazio Bacci, le difficoltà della vita quotidiana dei fiorentini nei lunghi mesi del conflitto, della mobilitazione civile e della mobilitazione industriale, quindi lo straordinario spirito di solidarietà nei confronti delle famiglie dei soldati al fronte e delle migliaia di profughi in fuga dalle provincie invase dopo la tragedia di Caporetto, infine l’approvazione di un Piano regolatore che durerà fino al 1958.
Testi di Pier Luigi Ballini, Federico Mazzei, Stefano Caretti, Matteo Caponi, Zeffiro Ciuffoletti, Luigi Tomassini, Andrea Giuntini, Gabriele Corsani.

This essay is dedicated to a period of Florentine history which has been little treated by historians: it’s the time frame that starts from the debates between neutralists and interventionists – between July 1914 and May 1915 – and goes until the first post-war period. The essays contained in the volume show the difficulties of the daily life of the Florentines in the long months of the conflict, the civil mobilization as well as the industrial one, and the extraordinary spirit of solidarity towards the families of the soldiers.

Texts by Pier Luigi Ballini, Federico Mazzei, Stefano Caretti, Matteo Caponi, Zeffiro Ciuffoletti, Luigi Tomassini, Andrea Giuntini, Gabriele Corsani.

Polistampa, 2019

A cura di:

Pagine: 256

Caratteristiche: br.

paperback

Formato: 17x24

ISBN: 978-88-596-1986-4

Settori: