Leonardo Libri | Firenze | Scheda Libro

«Per nobiltà d’animo e civil posizione»
Il Circolo dell’Unione di Firenze, centro della sociabilità d’élite dalla sua fondazione alla Belle Époque (1852-1915)

Polistampa, 2018

Pagine: 120

Caratteristiche: ill. col., br.

Formato: 19,5x26,3

ISBN: 978-88-596-1907-9

Settore:

DSU1 / Storia

Vedi:

Silvestra Bietoletti

€ 21,25

€ 25 | Risparmio € 3,75 (15%)
Spedizione Gratuita

Quantità:
Con uno studio sulla raccolta di caricature del Circolo di Silvestra Bietoletti
Con notizie d’archivio inedite

Esclusivo e tradizionale luogo di convegno dell’élite, il Circolo dell’Unione ha annoverato fra i suoi soci i principali protagonisti della società fiorentina. Conoscere la storia dei suoi primi anni di vita significa dunque penetrare fin nel profondo le dinamiche che regolano la vita della città, riflettendone la complessa articolazione interna in un momento di grande espansione, che ne comprende gli anni di elezione a Capitale del Regno e ne delinea l’evoluzione dal periodo granducale all’età giolittiana.
Le notizie inedite emerse dalle carte d’archivio hanno consentito in particolare di chiarire i rapporti del Club col Governo di Leopoldo II d’Asburgo Lorena e col Municipio, illuminare gli albori dell’Associazione Ippica Nazionale di cui l’Unione fa parte in quanto Jockey fiorentino, e porre in evidenza il contributo di numerosi ascritti al sodalizio di via Tornabuoni alla vita amministrativa ed economica della regione, sullo sfondo dell’evoluzione dei costumi e dei riti sociali dell’aristocrazia e dell’alta borghesia, sino alle soglie della Grande Guerra.
In ultimo, la recentissima scoperta all’interno del Club di un ciclo di affreschi celebranti le glorie della famiglia Uguccioni, già proprietaria del palazzo, ha condotto a identificarne l’autore nel pittore romantico Giuseppe Colignon (1778-1863), arricchendo di informazioni inedite le vicende decorative della sede che dal 1853 ospita il Circolo.