Leonardo Libri | Firenze | Scheda Libro

Lungara 29
Il “caso Montesi” nelle lettere a Piero

Polistampa, 2018

A Cura di:

Gloria Piccioni

Pagine: 208

Caratteristiche: ill. b/n, br.

Formato: 15x21

ISBN: 978-88-596-1883-6

Settore:

SS1 / Politica

L7 / Epistolari

DSU1 / Storia

€ 12,00

€ 16 | Risparmio € 4,00 (25%)

In preparazione


Quantità:
Ventisei lettere, scritte un giorno sì e un giorno no, dal 23 settembre al 27 novembre 1954. Il mittente è Leone Piccioni, il destinatario suo fratello Piero, recluso nel carcere romano di Regina Coeli, accusato dell’omicidio di Wilma Montesi. In realtà, come fu poi dimostrato, l’unica sua “colpa”, oltre a quella di essere un musicista che amava il jazz, fu di essere il figlio di Attilio Piccioni, tra gli ultimi rappresentanti del Partito Popolare, padre fondatore della Repubblica italiana oltreché della Democrazia Cristiana.
Il carteggio, pur filtrato dalla censura carceraria, aggiunge un nuovo tassello nell’intricato mosaico dei fatti relativi al “caso Montesi”, uno scandalo che travolse la politica italiana negli anni Cinquanta e che lascia ferite aperte ancora oggi.

Introduzione di Stefano Folli.