Leonardo Libri | Firenze | Scheda Libro

Freedomism
Artistic practices after the naturalization market

Polistampa, 2008

A cura di:

Giacomo Bazzani

Pagine: 40

Caratteristiche: ill. col., br.

Formato: 21x27

ISBN: 978-88-596-0478-5

Collana:

Viaggi nella contemporaneità | Mac,n, 3

Settore:

A2 / Arte moderna e contemporanea

Vedi:

Pietro Clemente, Chantal Mouffe

€ 6,80

€ 8 | Risparmio € 1,20 (15%)

Quantità:
Testi in italiano e in inglese

È il catalogo della mostra allestita presso il Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento di Monsummano Terme (Pistoia) dall’11 al 26 ottobre 2008.
Il percorso critico è affidato a Giacomo Bazzani, curatore della quarta edizione del progetto Networking, che inquadra l’opera di Leone Contini in un panorama di artisti di fama internazionale che criticano e demoliscono gli esiti di una stratificazione sociale nata all’interno degli attuali processi economici. Il mondo codificato dell’economia e del mercato si presenta come mondo a sé, come un assoluto che inevitabilmente si contrappone all’uomo e che permane anche e soprattutto perché respinge l’uomo fuori dal mondo, creando schiere sempre più numerose di emarginati, concentrando benessere e ricchezza in una minoranza che vive e agisce in modo sempre più non umano. Questo mondo a sé, ritenuto inevitabile e non modificabile, come fosse frutto della natura e non della tecnica, viene sempre più smascherato dagli artisti contemporanei, soprattutto nel campo della video art. L’arte contemporanea, con il suo carattere metamorfico, instabile, precario e, a volte, effimero si pone sempre più il compito di produrre una visione altra, che scandagli le cose e il mondo nella loro labilità, nel loro aspetto transeunte, facendo emergere la complessità della realtà, il capovolgimento degli eventi, l’unità profonda tra uomo e natura ricondotta al processo di continua trasformazione.
Testi di Giacomo Bazzani, Pietro Clemente, Chantal Mouffe.