Leonardo Libri | Firenze | Scheda Libro

Quattordici vetrate moderne di Sigfrido Bartolini nella chiesa dell’Immacolata a Pistoia
Le Sette Opere di Misericordia. I Sette Sacramenti

Polistampa, 2007

A cura di:

Siliano Simoncini

Pagine: 176

Caratteristiche: ill. col., 42 tavv. col., cart.

Formato: 24x31

ISBN: 978-88-596-0296-5

Settore:

A2 / Arte moderna e contemporanea

A4 / Arti minori

DSU4 / Religione

Vedi:

Sigfrido Bartolini

€ 35,70

€ 42 | Risparmio € 6,30 (15%)
Spedizione Gratuita

Quantità:
Il “testamento poetico” di Bartolini

Le quattordici vetrate per la chiesa dell’Immacolata di Pistoia sono l’ultimo lavoro di Sigfrido Bartolini. Oltre a commemorare l’artista prematuramente scomparso, questo volume è la testimonianza diretta del suo modo di operare: il suo testamento poetico anche perché la pubblicazione è stata da lui stesso dettagliatamente progettata. Il ricco corredo iconografico illustra doviziosamente, mediante le foto di Grazia Sgrilli, il percorso creativo del maestro Bartolini, documentato anche dal suo diario di lavoro. Il lettore potrà ripercorrere passo dopo passo le fasi preliminari dell’opera: i primi studi, i bozzetti, le più accurate prove ad acquerello, sino ai cartoni al vero, ultimo stadio prima della realizzazione vera e propria.
Il volume si avvale del contributo di Franco Cardini che delinea il significato della vetrata artistica nella storia, permettendo di apprezzare l’originalità dell’apporto di Bartolini al contesto della tradizione culturale da cui scaturisce. Le vetrate – riprodotte per intero e in numerosi particolari – e le fasi preparatorie sono descritte e commentate da Siliano Simoncini. I temi delle vetrate – le Opere di Misericordia e i Sacramenti – sono oggetto di un’approfondita esegesi critica, volta a capire per far capire: Simoncini ne delucida minutamente i contenuti formali e simbolici, quasi dialogando idealmente con chiunque, entrato nella chiesa dell’Immacolata, contempli rapito lo splendore cromatico e luminoso di quei manufatti. Ogni raffigurazione è accompagnata da un commento dello stesso Bartolini che ha creduto opportuno fornire anche un glossarietto esplicativo dei simboli usati, allo scopo di rendere più chiara e significativa la scelta di oggetti e figure effettuata per ciascuna vetrata. Scritti di S.E. Mansueto Bianchi, Franco Cardini, Ivano Paci, Siliano Simoncini