Leonardo Libri | Firenze | Scheda Libro

VII Centenario della Nascita di Francesco Petrarca (2004). Comitato Nazionale
Centro di Studi sul Classicismo Arezzo
Fondazione Aretina di Studi sul Classicismo
Petrarca e i Padri della Chiesa
Petrarca e Arezzo

Mauro Pagliai, 2004

A cura di:

Roberto Cardini

Paolo Viti

Pagine: 382

Caratteristiche: ill. b/n, 79 tavv. b/n e col., br.

Formato: 24x31

ISBN: 978-88-8304-818-0

Collana:

Cataloghi e mostre | Centro di Studi sul Classicismo, 5

Settore:

DSU3 / Filosofia

DSU5 / Archivistica

L1 / Studi, storia della letteratura

€ 20,40

€ 24 | Risparmio € 3,60 (15%)
Spedizione Gratuita

Quantità:
Volume pubblicato in occasione della mostra allestita presso il Palazzo Comunale di Arezzo dal 28 ottobre 2004 al 9 gennaio 2005.

“A 700 anni dalla nascita del primo grande poeta lirico della letteratura italiana… Arezzo ha inteso rafforzare il vincolo con uno dei suoi figli più illustri. Lo ha fatto con una lunga serie di iniziative che hanno preso il via lo scorso inverno ed hanno portato in città, da tutto il mondo, studiosi di grande calibro per approfondire i diversi aspetti dell’opera di Francesco Petrarca.
Ora, la mostra illustrata in questo catalogo e il convegno internazionale ad essa collegato si propongono di approfondire il legame tra il poeta e la sua città natale e di indagare il rapporto tra Petrarca e la letteratura cristiana antica, quella dei Padri della Chiesa, per definire quali crediti questa letteratura abbia avuto rispetto alla sua opera e come in essa, questi si siano combinati con altre influenze forti che contribuirono alla formazione del poeta, quali la letteratura classica e quella medievale.
Ne emerge la grande attualità di Petrarca, che è quella di non rompere con il passato, con la spiritualità antica medievale, con il sentire pagano e classico e di affrontare piuttosto la crisi del suo essere uomo del Trecento in una ricerca continua, tra l’aspirazione alla spiritualità, il desiderio di infinito e la volontà di affermazione terrena, nello slancio costante verso l’amore e la fama: elementi presenti, in particolare, proprio nel suo rapporto con i Padri della Chiesa e, soprattutto, con il suo alter ego Sant’Agostino…” (dalla Presentazione di Luigi Lucherini).

Presentazioni di Luigi Lucherini, Gualtiero Bassetti