Note di Toscana

“Note di Toscana” nasce dalla collaborazione di due editori fiorentini, l’uno musicale, l’altro librario, accomunati dall’amore per la storia e la cultura toscana. Con questa collana, in cui al libro si accompagna un supporto sonoro o multimediale, Amiata e Sarnus si propongono di salvare dall’oblio opere che spaziano dalla cultura popolare e contadina ai preziosismi musicali delle corti medicee, dall’antologia della canzone popolare toscana alle composizioni cinquecentesche di Barbara Strozzi, dai canti in ottava rima dei carbonai amiatini al fortepiano di Bartolomeo Cristofori. Così come pochi sanno che San Frediano era irlandese, pochissimi ricordano che il primo pianoforte della storia fu costruito a Firenze. “Note di Toscana” si propone di presentare e diffondere un importante patrimonio culturale che rischia di essere messo in ombra dai grandi monumenti che attraggono nella nostra regione visitatori da tutto il mondo.
I libri della collana