Romano Stefanelli

Romano Stefanelli nasce nel 1931 a Firenze, dove vive e lavora in via Sant’Egidio.
La sua formazione avviene nello studio di Annigoni dove apprende le varie tecniche pittoriche e grafiche. Da questa matrice figurativa nasce la personale ricerca di un rapporto di continuità/discontinuità con i modelli della tradizione.
Artista poliedrico spazia dalle nature morte ai paesaggi, dai nudi ai ritratti, dagli affreschi alle tempere murali, dalle litografie alle incisioni, dalla scultura alla medaglistica fino alla creazione di gioielli con la tecnica dello “sbalzo e cesello”.
Ha esposto le sue opere nelle più importanti città italiane e all’estero dal 1968 anno dell’esordio alla galleria Levi di Milano. Tra gli affreschi più importanti si ricordano il soffitto del coro dell’Abbazia di Montecassino, i cicli parietali delle chiese di Santa Maria Assunta a Quarrata (Pistoia) e Santa Maria a Massarella (Firenze), singole opere nelle chiese di San Michele Arcangelo a Ponte Buggianese(Pistoia) e di Santa Maria a Torri (Firenze). Attualmente sta lavorando ad Albenga al Sacro Cuore di Gesù dopo aver completato l’affresco del Battesimo di Gesù.
In ambito grafico sono di fondamentale importanza la cartella satirica La Gigioneide (1965), I fantasmi di Venezia (1973), la Versilia (1977). Tra le sculture si segnalano i nudi femminili, le teste e le figure create per la Zecca di Stato.

vedi anche