Michele Corsaro

Michele Corsaro è nato il 12 luglio 1928 a Messina, città bellissima e a lui sempre cara. Lì ha studiato e si è laureato in Giurisprudenza il 20 luglio del 1948, appena ventenne. L’intento di compensare moralmente i meravigliosi genitori lo indusse a intraprendere la professione di magistrato nella consapevolezza, però, che il volere giudicare il proprio simile è quantomeno azzardato. Dopo i primi incarichi come giovane uditore e giudice di Tribunale in Sardegna, si è trasferito in Toscana dove ha svolto varie funzioni, fino a consigliere di Corte d’Appello, a Firenze. Ha finito la carriera di magistrato come presidente di sezione della Corte di Cassazione, a Roma, dove ha esercitato la professione gli ultimi 15 anni prima della pensione, raggiunta nel 1997. Sempre appassionato dello scrivere, pubblica con Pagliai/Polistampa nel 1999 Cip, un volumetto ironico-polemico sul gioco del poker e nel 2011 Il vecchio e l’Avana, diario di un viaggio a Cuba.
Michele Corsaro vive a Firenze ed è sposato dal 1956 con Annamaria, anche lei messinese. Insieme tornano spesso nella loro amata terra di Sicilia. Hanno due figlie, Laura, avvocato a Firenze e Teresa, giornalista a Roma.

di Michele Corsaro