Guido Borgianni

Nato a New York l’11 giugno 1915, con la famiglia Borgianni si trasferì presto a Firenze, dove visse e lavorò, e dove frequentò l’Accademia di Belle Arti sotto la guida di Felice Carena. La sua precoce vocazione per la pittura lo portò a girovagare in Italia, per paesi e campagne. Erano tempi di difficoltà economica e per la sua voglia di esprimersi dipingeva su qualsiasi materiale gli capitava (anche su un paio di vecchi pantaloni), utilizzando le più varie sostanze coloranti, persino cera da scarpe e dentifricio.
Nell’ottobre 1938, da Cavalensi e Botti in Via Cavour a Firenze, tenne un’ampia esposizione personale e la critica iniziò ad interessarsi alla sua opera. Sue opere si trovano nella Galleria d’Arte Moderna, nella Collezione degli Autoritratti del Corridoio Vasariano e nel Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze, nella Raccolta d’Arte Moderna di Pisa, nella Galleria d’Arte Moderna di Bologna, alla Kunsthalle di Bielefeld (Germania) e in molte collezioni private italiane e straniere (a Milano, Torino, Genova, Firenze, Prato, Roma, Napoli, Palermo, ad Atene, Parigi, Londra, New York).

vedi anche