Libreria Martelli

Venerdì 30 settembre 2005 - ore 17,30
Libreria Martelli - via Martelli 22/r, Firenze
Locali Bar e Settore Umanistico (primo piano)

Inaugurazione della mostra
e presentazione del catalogo
interverrà il critico Lanfranco Colombo
sarà presente l’Artista

Edizioni Polistampa, Libreria Martelli e Fotoclub Firenze propongono per il prossimo ottobre una mostra di foto di Alfonso Carpentieri, che avrà per sedi la Libreria Martelli (via Martelli 22r) e il Fotoclub «Firenze» (Borgo Pinti 44/r) e sarà articolata nelle cinque sezioni: Il bosco, gli alberi; La Val d’Orcia; Delle pietre di Toscana; Il mare; Le balze del Valdarno.

Il bosco, gli alberi

Il bosco, gli alberi


La Val d’Orcia
La Val d’Orcia

Nato nel 1932 ad Andria (Bari), Alfonso Carpentieri vive a Firenze. Ha scelto la fotografia come passatempo, dedicandosi al paesaggio e alla natura e, qualche volta, al reportage. Predilige il bianco e nero, sviluppa le sue pellicole e stampa le sue foto personalmente, usando solo materiale Ilford.

Sempre come fotografo amatoriale si è applicato più intensamente alla fotografia da quando, nei primi anni Novanta, ha letto il libro di Ansel Adams Il negativo. È socio del «Fotoclub Firenze», dove più volte ha esposto in personali e collettive.

Ha esposto anche a Milano, presso Giovenzana, nello spazio espositivo «Images on the road» a cura della Galleria «Il diaframma». Inoltre ha esposto allo Springfield Museum of Art in Ohio, dove sono conservate alcune sue opere. Ha tenuto una mostra sul tema Le balze del Valdarno presso il Comune di Castelfranco di Sopra (Arezzo), dove sono custoditi alcuni suoi lavori.

Delle pietre di Toscana

Delle pietre di Toscana


Il mare
Il mare

“Gli slanci fiabeschi delle Balze del Pratomagno… il mare della costiera livornese… le antiche e ancora possenti pietre della Val d’Orcia toscana… la magia dei boschi tra gli uliveti di Vitolini, i cipressi di La Foce, i castagni di Corella; le groppe dei dossi collinati, come le onde di un vasto mare di argilla, punteggiate di olivi, fornaci, pievi e castelli” (Lanfranco Colombo).

La particolarità e la bellezza di queste foto si devono al fatto che Carpentieri realizza le sue fotografie seguendo itinerari lontani da quelli del turismo tradizionale, restituendo così una campagna toscana dove il disegno della natura risulta in perfetta armonia con quello della storia dell’uomo.

Le balze del Valdarno

Le balze del Valdarno