Presentazione del libro di

TITO BARBINI
Antartide
 Perdersi e ritrovarsi alla fine del mondo
Edizioni Polistampa


Incontro con l’Autore

Giovedì 15 maggio 2008 - ore 21.30
Libreria Edison

Piazza della Repubblica 27/r, Firenze


 

Pochissimi sono gli intrepidi viaggiatori che scelgono la patria dei pinguini come mèta, e scarsissima è la letteratura in merito.Questo libro sazia completamente la sete di conoscenza sul luogo più freddo della terra. Le pagine ci offrono l’immagine di un autore che mostra una spietata capacità di mettersi a nudo, a confronto con le proprie profondità, i misteri, le inquietudini e le domande senza risposta. Tanti sono gli episodi curiosi e divertenti che ci accompagnano in questo tour antartico. È ampiamente illustrato il “bizzarro” comportamento dei pinguini maschi dediti alla cova, e scopriamo, tra l’altro, l’incredibile esistenza di un busto di Lenin “dopo la fine dell’impero, la caduta del suo mito, messo a congelare nel frezeer del mondo, come un qualsiasi mammut…”. Barbini si riconferma quindi un grande Viaggiatore. Uomo che ha attraversato le speranze e le delusioni della politica, uomo che prima ha provato a cambiare il mondo e che poi il mondo ha deciso semplicemente di amarlo: forse è questa la possibilità di cambiamento più straordinaria concessa al mondo stesso e a noi.

Tito Barbini, a soli 25 anni divenne sindaco di Cortona, per poi assumere ruoli sempre più importanti nella politica e nel governo regionale della Toscana, fino ai quindici anni di assessorato in Regione nella Sicurezza sociale, Urbanistica e Agricoltura. Viaggiatore appassionato e sensibile, dal 2005 si dedica estesamente alla scrittura.