Manifestazioni del Marzo della Donna 2011
 
Presentazione del libro di
 
Franco Donatini

GIUSEPPE VERDI
E TERESA STOLZ

Un legame oltre la musica


Saluto di
Titina Maccioni
Presidente del Consiglio Comunale di Pisa

Introduzione di
Marilù Chiofalo
Assessore alle politiche socio educative e scolastiche
e pari opportunità – Comune di Pisa

Recensione di
Faustina Tori
Quotidiano La Nazione – Montecatini Terme

Letture a cura di
Sergio Pieggi
Accademia Nazionale dell’Ussero

Sarà presente l’Autore

Sabato 12 marzo 2011, ore 16.30
Sala Regia, Palazzo Gambacorti
Piazza XX Settembre, Pisa


Trent’anni di vita di Giuseppe Verdi, dall’incontro con la cantante Teresa Stolz fino alla morte. Un periodo particolarmente intenso sotto il profilo musicale, in cui il maestro compone capolavori come l’Aida, l’Otello e il Falstaff, dimostrando un’eccezionale creatività artistica fino a tarda età. Emergono la sua profonda vitalità, la capacità di emozionarsi, la disponibilità a mettersi in gioco sia dal punto di vista dell’innovazione musicale che da quello privato. La figura di Teresa Stolz è molto presente in questa fase della sua esistenza. Insieme amica e compagna, ammiratrice e forse amante, costruisce un rapporto dai contorni indefinibili, talora sfumati, eppure centrale della vita di Verdi. Il libro indaga per la prima volta su questo legame, cercando di svelare gli aspetti più segreti della relazione vissuta da Verdi quasi in triangolo con la moglie Giuseppina Strepponi. L’autore utilizza il registro della narrativa, che consente maggiore libertà e un più efficace approfondimento introspettivo dei personaggi e, partendo da lettere e documenti, sviluppa una grande storia d’amore complicata da debolezze, ripensamenti e sensi di colpa.
Un’opera coraggiosa che apre uno squarcio inedito sugli aspetti più reconditi della vita di Verdi, ignorati dalla vasta letteratura precedente, sempre concentrata sul valore artistico e sul ruolo storico politico del musicista.

Pubblicazioni correlate: